Categorie
News

DUINO AURISINA- Sito paleontologico del Villaggio del Pescatore – Accordo di programma per la valorizzazione e lo sviluppo

Il Ministero per i Beni le attività culturali e per il turismo , la Regione Friuli Venezia Giulia e il Comune di Duino Aurisina hanno siglato un un Accordo di programma per la valorizzazione e lo sviluppo del sito paleontologico del Villaggio del Pescatore e per la creazione di un parco naturalistico, archeologico e paleontologico.

L’area è un giacimento di fossili di straordinaria rilevanza, uno dei più importanti d’Europa. Vi sono stati ritrovati resti di rettili, dinosauri, coccodrilli, pesci e vegetali risalenti al Cretacico Superiore (circa 75.000.000 di anni fa) quando la zona era caratterizzata dal clima tropicale, vegetazione lussureggiante e fauna variegata. La scoparta più sensazionale è stata fatta nel 1994 quando è stato riportato alla luce lo scheletro praticamento intatto di un adrosauro lungo 4 metri, che è stato chiamato Antonio. Successivamente i paleontologi hanno trovato un altro dinosauro della stessa specie, Bruno, che con i suoi 5 metri di lunghezza è il più grande, completo e ben conservato dinosauro italiano.

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia è stata individuata come Soggetto Attuatore degli interventi di tutela, scavo archeologico/paleontologico, restauro e sistemazione dei resti e dei reperti archeologici.

Per la realizzazione del parco è previsto un programma pluriennale di interventi, finanziati dalla Regione per un importo pari a 1.500.000 euro e realizzati dal Comune di Duino Aurisina. Il Segretariato regionale fornirà il supporto istituzionale ai progetti, alle iniziative e alle attività volte alla promozione culturale e turistica del parco.

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per il Friuli Venezia Giulia

14 gennaio 2021

Ultima modifica: 15 Gennaio 2021